19 ottobre 2017

Iu… uuuuu… c’è nessuno?

A parte la citazione della particella di sodio (no pubblicità, almeno implicita), mi chiedo se i pochi lettori affezionati sono ancora disposti a seguire le vicende di Alberto Perini e dell’amico Robert von Karl.

No, perché a distanza di 10 mesi dall’ultimo post inerente le loro avventure, il capitolo “psicologico” (o psichedelico?) l’ho terminato, ma non solo: il capitolo seguente conta già 4 pagine, che portano l’elaborato… ehm… volevo dire, sbilanciandomi, il racconto, a quota 100!

Se penso a come tutto è iniziato; a quante interruzioni, quasi sempre legate alla scrittura, ho affrontato; quanti tentennamenti sul proseguire; quante aggiunte ho dovuto fare chiamandole antefatti; quante volte ho dichiarato scadenze per dichiarare terminata l’opera per poi procrastinarle…

Insomma, ho avuto i miei intoppi - personali e non, legati al racconto e non - che pare siano finalmente terminati.
Se in una serata ho scritto 5 pagine, ho la sensazione di poter scrivere le rimanenti (100?) da qui a fine anno, anche perché (piccolo segreto) la traccia dei capitoli mancanti l’ho scritta lo scorso anno.

Vi lascio con un’immagine “rubata” da internet, ma anche dal sogno del protagonista che (no spoiler, tranquilli) fa un riassunto degli avvenimenti fino a qui capitati.

Il vostro vicino di blog

Fabio al secolo Strillo


2 commenti:

Alberto Centemeri ha detto...

Io attendo con ansia ;)

Fabio Bogliotti ha detto...

Lo so Alberto... e sai anche che la prima copia è per te!